Antica canzone dal mare

note d’estate – 3

Un tempo cantavo canzoni

e una visione d’amore inondava il pensiero

portandogli luce dalle pieghe del cuore.

Tutto era d’azzurro dorato

in sfumature palpitanti vita oceanica

che immensa dilatava nell’anima

la sua antica canzone.

Oggi resta un ricordo

sulla superficie dell’acqua,

sull’acqua della riva,

sui sassi bagnati in costante attesa.

Tornerai antica canzone

quando oltre la Soglia vedrò

che negli anni terreni profumati di mare

mi portavi il profumo del cielo

che avevo lasciato.

Credevo di trovarlo qui,

nel mare che cantava il cielo,

ma era solo un presagio,

un dono per Ricordare.

Non ti troverò più sulla terra

ome fu quando il giovane cuore sognava.

Ti troverò nel tempo compiuto.

E sarai sostanza,

non più sogno,

non più palpito,

non più attesa,

sostanza vivente

dentro il canto del mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *