La Via della Luce femminile

Come incontrare la Saggezza del Cuore

Una lettura intensa e poetica che invita alla profonda conoscenza di sé attraverso un cammino evolutivo ed archetipico, in grado di raggiungere quelle potenzialità interiori la cui natura può nutrire e risvegliare sia l’uomo che la donna

… La donna ha mani dal tocco leggero e potente, mani in grado di tessere tele infinite d’amore e pazienza e compassione e perdono. La donna ha piedi ben ancorati al suolo per attingere l’energia della Madre Terra e distribuirla ad altri, piedi che sanno camminare e camminare e camminare per trovare le Verità più nascoste e che sanno poi danzare per condividere le verità con il cielo. La donna ha un ventre che può generare, accogliere, nutrire e partorire, ha un ventre caldo e magico che Dio ha scelto per deporre il seme della vita. La donna ha seni morbidi che danno cibo, calore, riposo, coccole e gioia, seni in cui l’anima neonata può ritrovare l’abbraccio divino appena perduto.

La donna ha un corpo che canta la vita e i suoi continui passaggi di gioia e dolore, di morte e rinascita, un corpo che sa, da sempre sa, che in questa fusione di opposti è il potere della Luce nascosta, quella che può conquistare qualsiasi amante, nutrire qualsiasi figlio, ripartorire la vita fisica, psichica e spirituale ogni qualvolta sia necessario. La donna sa. Se solo vuole sapere, sa…

Perché ho scritto questo libro?

Continua a leggere “La Via della Luce femminile”

Ritrovarti

Questa storia, frutto di più storie vere, è nata a poco a poco tra le pareti del mio studio, dove ascolto voci di tante e diverse persone che raccontano il dolore del loro passato, il triste e inceppante cammino della vita quando l’amore primo, quello della madre, è stato mutilato o assente.
L’affascinante viaggio di un’anima alla scoperta di sé e della propria libertà, diventa ogni volta anche il viaggio della mia anima.
Quando iniziai a scrivere il libro sapevo solo che la protagonista doveva chiamarsi Francesca. Ma il suo cammino mi si delineò ben presto. Fin dalle prime righe dimenticai chi ero, divenni Francesca con il suo dramma e la sua immensa voglia di vivere e amare. Quando terminai mi accorsi di aver vissuto così intensamente il ruolo della protagonista, che mi venne naturale legare la mia recente esperienza della maternità alla vicenda narrata, al suo contenere in sé qualcosa di quel femminile che è scritto in ognuno di noi, sia che siamo uomini o donne….

Per acquistare il libro scrivi a info@centrokore.it