Le 13 Notti Sante

Vivere il Natale alla luce della Scienza dello Spirito

Fonti: Rudolf Steiner, Enzo Nastati.

La nascita di Cristo (il portatore di Luce) si colloca nei giorni del Solstizio d’inverno, quando le tenebre sono al massimo grado e le giornate sono le più brevi dell’anno. Cristo nasce in questi giorni per celebrare la risalita della Luce sull’Oscurità, ossia, in termini spirituali, la nascita della Coscienza sulle tenebre dell’inconsapevolezza, la vittoria dell’Amore sulle Tenebre della materia.
Tutto il periodo compreso tra la notte del 24/25 dicembre e la notte del 5/6 gennaio, è particolarmente permeato di forze spirituali. Le forze archetipiche discendono profondamente nella Terra, allo stesso modo la vita è conservata dentro gli Esseri, la nostra Coscienza è fortemente centrata in se stessa.
In ognuna di queste notti agisce una particolare energia zodiacale, ognuna delle quali favorisce lo sviluppo di una corrispondente facoltà interiore:

NOTTE

CORRISPONDENZA

FACOLTÀ  INTERIORE

24 dic.

PESCI Umiltà

25 dic.

ACQUARIO Accettazione del destino

26 dic.

CAPRICORNO

Mantenere saldi gli ideali

27  dic.

SAGITTARIO

Non lasciarci ingannare dalla materia

28 dic.

SCORPIONE

Trasformazione dell’Anima

29 – 30 dic.

BILANCIA

Trasformazione del Corpo Vitale

31 dic.

VERGINE

Trasformazione del Corpo Fisico

1 gen.

LEONE

Coraggio del sacrificio

2 gen.

CANCRO

Creazione dell’Armonia

3 gen.

GEMELLI

Amore come atto di libertà

4 gen.

TORO

Contemplazione dello Spirito Santo

5 gen. ARIETE

Entità del Cristo

Attraverso la meditazione e l’interiorizzazione possiamo sviluppare queste facoltà ed ottenere la forza per progredire nel cammino evolutivo della nostra Coscienza

Queste Notti aprono spazi infiniti dentro di noi se accettiamo ed ascoltiamo il messaggio contenuto in esse.
Sappiamo che i primi ad incontrare Gesù furono i Pastori e i Magi: i Pastori sono coloro che conoscono il linguaggio umile dell’Amore che viene dalla Terra e dagli Animali; i Magi, il linguaggio segreto delle Stelle. Così, anche noi possiamo comprendere che per far nascere il Bambino Gesù in noi (cioè il nostro Bambino Interiore, la nostra Coscienza, il nostro Sé) è necessaria la conoscenza della dolce forza dell’Amore e dei Misteri del Cielo.
Amore e Conoscenza sono le Vie per incontrare il Sé, il Cristo in noi, la Luce.
Questo è il vero significato del Natale e i doni che ci scambiamo in questo giorno sono un ricordo di quell’antico dono d’Amore e di Luce che il Cristo, fattosi Uomo, portò sulla Terra.

 

IL CAPODANNO

La Scienza dello Spirito insegna che le 13 Notti Sante sono momenti particolarmente pregni di forze spirituali, dove le Gerarchie Celesti sono più vicine a noi. In modo particolare questo avviene la notte del 31 dicembre, nel minuto tra le 24.00 e le 00.01. In quel minuto i nostri desideri vengono accolti dalle Gerarchie Spirituali e ci vengono resi durante il corso dell’anno.
Valorizziamo, quindi, questo momento con un piccolo rituale, o un raccoglimento in silenzio o preghiera.
Se stiamo festeggiando l’arrivo del nuovo Anno in compagnia di amici e parenti, possiamo prenderci tutti per mano in questo minuto sacro di mezzanotte, chiudiamo gli occhi e concentriamoci intensamente sui nostri desideri e aspirazioni, immaginando che vengano portati dai nostri Angeli verso il Cielo.
Dopo questa breve ed intensa esperienza, anche gli auguri che ci scambieremo saranno più ricchi di Amore e Gioia.

SIA GIOIA ED AMORE ANCHE PER TE ! 

Buon Anno, 

Loretta 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *